ISTI'MARIYAH - windward between Naples and Baghdad



Winner of the "Premio Internazionale Documentario Reportage Mediterraneo" 2006, Section creativity.

Grounds for the prize:

<<This is a documentary that first focuses on the complexity of the problems are now having to respond the young people of the Mediterranean. Despite the diversity of conditions and cultural traditions, they face an almost absolute insecurity that they share, among other things determined by the absence of ideals and utopias able to support their youth. The selection and use of Arabic and Italian music is a counterpoint to the narrated events>>. 
Vincitore del "Premio Internazionale Documentario Reportage Mediterraneo" 2006, sezione creatività. 

Motivazione del premio:

<<Questo documentario è un'opera prima che mette a fuoco la complessità dei problemi cui si trovano attualmente a dover dare risposta i giovani dell'area mediterranea. Essi, pur nella diversità delle condizioni e delle tradizioni culturali, affrontano una precarietà quasi assoluta che li accomuna, determinata tra l'altro dall'assenza di ideali e di utopie capaci di sostenere la loro giovinezza. La scelta e l'uso delle musiche arabe e italiane fa da contrappunto alle vicende raccontate>>. 

Winner of first prize for best entry in competition at the  "Sole e Luna" doc festival in 2008.
Grounds for the prize:
<<Isti'mariyah shows the great History through small individual stories. For dialogue that builds, for the ability to address an issue of significant policy implications without fanaticism. For the thin thread of hope that still remains in the ability to choose as individuals. Because so exemplarily interprets the theme of dialogue, one of the purposes that this festival fixes>>.
Vincitore del primo premio assoluto per la miglior opera in concorso al "Sole e Luna" doc festival 2008.
Motivazione del premio:

<<Isti'mariyah mostra la grande Storia attraverso piccole storie individuali. Per il dialogo che costruisce, per la capacità di affrontare un tema di forti implicazioni politiche senza fanatismi. Per  l filo di speranza sottile che comunque resta nella possibilità di scegliere in quanto individui. Perché interpreta in modo esemplare la tematica del dialogo, una delle finalità che questa rassegna si prefigge>>.
Included in the ArteEast Festival 2007 in New York.
Incluso nella rassegna ArteEast Festival 2007 a New York.
Synopsis:
"Dear Alessandro, after months of silence I write to tell you a secret story. Yes, I was in the Iraqi resistance". A radio journalist from Naples collects the story of a young Syrian, Shadi, like other young Middle Easterners. What emerges is a portrait of a windward generation between contradictions and hope, in a perpetual state of war. The social and historical setting in which the film was shot (in Italy, Lebanon, Syria and Iraq), in the Middle East has a notorious name: Isti'mariyah - Colonialism.
Length: 80 minutes
Produced by PEACEREPORTER.NET, 2006
Written by Alessandro Di Rienzo and Michelangelo Severgnini
Filmed, directed and edited by Michelangelo Severgnini
Voices over Ali Youssef and Alessandro Di Rienzo
Non-original music: RADIODERVISH, DANIELE SEPE.
Sinossi:

"Caro Alessandro, dopo mesi di silenzio ti scrivo per raccontarti una storia segreta. Sì, sono stato a combattere nella resistenza irachena".
Un giornalista radiofonico napoletano raccoglie la storia di un giovane siriano, Shadi, come di altri giovani mediorientali. Ne emerge il ritratto di una generazione controvento stretta tra le contraddizioni e la speranza, in un perenne stato di guerra. Lo scenario sociale e storico sul quale il film è stato girato (tra Italia, Libano, Siria e Iraq), in Medio Oriente ha un nome condiviso: Isti'mariyah - Colonialismo.  


Durata: 80 minuti circa

Prodotto da
PEACEREPORTER.NET, 2006
Scritto da Alessandro Di Rienzo e Michelangelo Severgnini
Girato, diretto e montato da Michelangelo Severgnini
Voci fuoricampo di Ali Youssef e Alessandro Di Rienzo

Musiche non originali: RADIODERVISH, DANIELE SEPE.
LEGGI IL DIARIO DI VIAGGIO

sviluppato dalla MFM - ottimizzato per una visione a 1024x768 su Mozilla Firefox