Las madres a la G8

Price: €1,00

<<Bueno, me demuestra que los pueblos en la calle le damos miedo a los asesinos, y hoy estan muertos de miedo los de la G8, porqué los pueblos hemos salido a la calle y creo que eso sea importantisimo, aquì, en Argentina y en cualquier parte. La mobilitacion popular es lo que nos libera. Hace 24 años que estamos en la plaza y vamos a seguir luchando mientras tengamos vida, para formar a los jovenes para demostrarle que la vida vale vida, que no tenemos que negociar, que la vida no se negocia, que debemos tener claro que no hay que perdonar, que los desaparacidos son nuestro ejemplo, que cada vez los amamos mas y cada vez estamos mas convencidas que contra la globalizacion solo la revolucion>>

Ebe de Bonafini, 19 luglio 2001, Genova.

 

Traduzione:

Bene, sento che noi popoli scesi in strada stiamo mettendo paura agli assassini e oggi sono morti di paura quelli del G8, perché noi popoli siamo scesi in strada e penso che sia importantissimo, qui come in Argentina e in qualsiasi altra parte. La mobilitazione popolare è ciò che ci mantiene liberi. Sono 24 anni che stiamo nella piazza e intendiamo continuare a lottare fintanto che siamo in vita, per insegnare ai giovani, per dimostrare loro che la vita vale vita, che non dobbiamo scendere a compromessi, perché la vita non si negozia, che dobbiamo avere chiaro che non dobbiamo perdonare, che i "desaparecidos" sono il nostro esempio, che ogni volta li amiamo di più e ogni volta siamo più convinte che contro la globalizzazione solo la rivoluzione.

sviluppato dalla MFM - ottimizzato per una visione a 1024x768 su Mozilla Firefox