Dži kaj ka našav?

Price: €1,00

Parole: Aladin Marco Sejdić

Musica: Michelangelo Severgnini

 

<<Umal dži ke umal
Than dži ko than
Manuš dži ko manuš
Avri šovav corav mangav
E dromenca našav
E dromenca phurilem

Mo than ni arakhlem
Ke len avilem
Pe bari mal bešlem
Mi cahra unzarredem
Mi jagorri phabarrdem

Kaj dikhav
E paćarrde aven
Bi iljehko mi cahra peraven
Mi jagorri prrenenca uštaven
Mudaren..

Našav pe mo vorrdon bešav
Mi cahra mukav
Me chavoxen te našalav
Andar o gav ando gav nakhav
Angla ma e Gadže phanden po udar

Me džav me nakhav
Me rovav
Thaj me man phućav
“Dži kaj ka našav?”>>

 

Alessandro Gorna: batteria.

Michelangelo Severgnini: contrabbasso, scacciapensieri, nacchere.

Carlo D'Angelo: chitarra.

Nicola Colombo: pianoforte.

Marco Cappelletti: canto.

Paolo Lo Polito: sax.

 

Traduzione:

Prato dopo prato
Posto dopo posto
Uomo dopo uomo
Dormo all’addiaccio, rubo, mendico
Scappando per le strade
Invecchiando per le strade

Posto non ho trovato
Scendo al fiume
Mi accampo in un grande prato
Alzo la tenda
Accendo il fuoco

Già la vedo
La polizia che arriva
Rovesciano senza pietà la mia tenda
Calpestano il fuoco
Lo spengono

Scappo sul mio carro
Abbandona la tenda
Metto in salvo i miei figli
Vado di villaggio in villaggio
Dove i Gagì mi chiudono la porta in faccia

Vago, attraverso
Piango
E mi chiedo:
“Fino a quando scapperò?”

sviluppato dalla MFM - ottimizzato per una visione a 1024x768 su Mozilla Firefox